La Cooperazione vittima di giochi di potere?

Mercoledì 12 Febbraio - 12:00

Oltre a vita lunga, il mandato di Marina Mattarei al comando della Cooperazione non ha vuto nemmeno vita facile. Dalle difficili dinamiche con il settore del credito fino ai rapporti tesi con i rappresentanti di alcuni settori. Tutto va ricercato all'origine, ovvero all'elezione di Marina Mattarei al vertice della Federazione. Il peccato originale starebbe qua. Per sua stessa ammissione, la battagliera ex Presidente della Cooperazione, s'Ŕ ritrovata ad essere la numero 1 per sbaglio. Questo ha provocato un terremoto. In quel 2018 i soci della Cooperazione erano divisi e ne Ŕ nata l'inaspettata elezione di Mattarei la quale, con l'intenzione di voler provare a cambiare le cose, ha creato un CdA che per la vecchia guardia costituiva, probabilmente, disturbo e destabilizzione. Tanto ha orginato crisi e dimissioni in blocco come quelle di poche ore fa.

La nostra Piattaforma multimediale