'Trentino Alto Adige, 7000 firme contro il cibo in provetta'

Martedì 28 Marzo - 12:17

Coldiretti esprime soddisfazione per aver posto all'ordine del giorno del Consiglio dei ministri il Disegno di legge 'Disposizioni in materia di divieto di produzione e di immissione sul mercato di alimenti e mangimi sintetici' grazie alla petizione firmata da mezzo milione di italiani promossa da Coldiretti "per salvare il Made in Italy a tavola dall'attacco delle multinazionali", ricorda una nota. "In Trentino Alto Adige - spiega il presidente regionale della Coldiretti Gianluca Barbacovi- la campagna ha superato le 7000 firme, e l'adesione delle istituzioni locali, tra cui oltre 50 amministrazioni comunali. Un segnale chiaro che cittadini e istituzioni vogliono dire no all'avanzare del cibo sintetico. Ringraziamo il Governo per aver accolto il nostro appello a fermare una pericolosa deriva che mette a rischio il futuro della cultura alimentare nazionale, delle campagne e dei pascoli e dell'intera filiera del cibo Made in Italy e la stessa democrazia economica". Dopo l'autorizzazione per il consumo umano concessa dall'autoritÓ alimentare americana Fda ai filetti di pollo creati in laboratorio dalla Upside Foods e a quelli della Good Meat, il rischio - sottolinea Coldiretti - Ŕ una diffusione anche nell'Unione Europea dove giÓ quest'anno - denuncia l'associazione - potrebbero essere introdotte le prime richieste di autorizzazione all'immissione in commercio che coinvolgono Efsa e Commissione Ue. Dopo la carne la sperimentazione si Ŕ estesa al pesce ed al latte mettendo a rischio la naturalitÓ degli alimenti pi¨ presenti nella dieta.

La nostra Piattaforma multimediale

  • 29/05 ore: 22.53

  • 29/05 ore: 22.52

  • 29/05 ore: 22.45

  • 29/05 ore: 18.53

  • 11/05 ore: 16.38

  • 29/05 ore: 14.20

  • 29/05 ore: 14.10

  • 29/05 ore: 13.25

  • 29/05 ore: 13.25

  • 29/05 ore: 13.24