Achammer, no voti sotto 4 e supporto linguistico da genitori

Martedì 28 Marzo - 18:18

Nelle scuole altoatesine i voti sotto il quattro dovranno essere aboliti. Per quanto riguarda, invece, la lingua d'insegnamento, i genitori dovrebbero essere incoraggiati a prendere una decisione consapevole ed essere obbligati ad accompagnare il bambino nell'acquisizione della lingua. La giunta provincia ha discusso, nessa seduta odierna, di questi due argomenti, senza però prendere decisioni. Come ha confermato all'Ansa l'assessore provinciale, Philipp Achammer, con una disposizione legislativa, dovrà essere stabilito che i voti inferiori al 4 non andranno più assegnati. "In termini di politica autonomistica, è certamente un gioco di equilibrio perché la competenza primaria è dello Stato", ammette Achammer. "In passato, però - aggiunge l'assessore - abbiamo, anche su altre questioni, cercato di creare margini di autonomia politica. Siccome trovo che il progetto sia molto significativo, c'è la volontà almeno di provarci". L'obbligo di fornire supporto linguistico ai propri figli sarà discusso successivamente in maggioranza. "Se iscrivessi mio figlio alla scuola di uno dei tre gruppi linguistici, sarebbe naturale che io abbia la possibilità e la volontà di accompagnarlo in questa lingua", sottolinea Achammer. Per l'assessore, la scelta della scuola deve essere "una decisione consapevole". "Quello che i genitori immaginano non è sempre ciò che è meglio per il bambino quando si tratta di imparare e promuovere la lingua. Bisogna sempre interrogarsi sulle possibilità di sviluppo", conclude Achammer.

La nostra Piattaforma multimediale

  • 30/05 ore: 20.57

  • 30/05 ore: 20.37

  • 30/05 ore: 20.32

  • 30/05 ore: 20.20

  • 30/05 ore: 18.53

  • 30/05 ore: 14.02

  • 30/05 ore: 12.56

  • 30/05 ore: 12.36

  • 30/05 ore: 12.33

  • 30/05 ore: 07.48